Ho iniziato a raccontare storie nelle scuole dell’infanzia quando lavoravo come educatore.Poi è arrivato il teatro, ma la formazione, l’educazione, mi sono sempre state a cuore. Nelle scuole sono rimasto, con laboratori e percorsi espressivi. Negli ultimi anni è arrivato anche un piccolo corso di insegnamento per l’università. Il cuore della mia formazione sono il racconto e la crescita.Ho lavorato con persone con disabilità, insegnanti, genitori, educatrici e educatori, ho collaborato con enti teatrali che hanno attivato percorsi interdisciplinari con licei e scuole superiori. Faccio parte di un gruppo di adulti che ogni anno prepara racconti per un intero paese. Incontrare persone attorno ai racconti è una cosa che mi interessa molto. Due percorsi sono nati da queste esperienze: un laboratorio, La parola nelle mani e un incontro che assomiglia a una conferenza, A navigar tra le storie.

La parola nelle mani

Nel corso degli anni ho scoperto che il mio modo di raccontare nasce da una precisa unione di gesto, parola e uso degli oggetti. Ho dato un nome a tutto questo, l’ho chiamato La parola nelle mani. E quando capita posso condividerlo.
La parola nelle mani è un percorso laboratoriale per l’applicazione di un metodo di narrazione a un racconto esistente. È per tutti, perché ogni essere umano che comunica sa anche raccontare.


Il laboratorio di 12 ore totali è rivolto ad adulti ed è suddivisibile in 2, 3, 4 oppure 5 incontri per un massimo di 20 partecipanti.
Può essere realizzato in una sala grande, sgombra da arredi.

A navigar tra le storie

Le fiabe stanno all’origine delle storie che interessano l’umanità.
I racconti cambiano il mondo.
Le storie, oggi, hanno forme nuove e si trovano dentro mezzi in cui ci tuffiamo con facilità: smartphone, computer, televisione, cinema, albi illustrati…
Come e cosa scegliere? A volte si sente il bisogno di qualche strumento in più per potersi orientare meglio in questa vastità di offerta.
A navigar tra le storie è un incontro di costruzione di una bussola per prendere il largo nel mare di racconti che popolano la nostra cultura.


L’incontro è rivolto agli adulti attorno all’infanzia: genitori, educatrici e educatori, insegnanti, chi ha voglia di esserci.
La durata è di 2 o 3 ore.
Il numero massimo dei partecipanti è quanti ne può contenere la sala in cui si svolge l’incontro.

Riservato agli operatori:
Per avere informazioni su costi e realizzazione scrivere a: info@claudiomilani.com.